sabato 29 marzo 2008

Cosa fare quando svchost.exe rallenta Windows all'avvio

In questi giorni ho sperimentato il diabolico comportamento del file di sistema di Windows svchost.exe. In condizioni normali questo programma si occupa di fare da "intermediario" fra le dll di windows e le relative chiavi presenti nel registro; può capitare però che svchost non si comporti più come dovrebbe e paralizzi all'avvio Il sistema operativo per diversi e lunghissimi minuti, occupando il 100% della CPU. In questi casi, per ripristinare il suo normale funzionamento, basta  recarsi in Pannello di controllo-->Strumenti di amministrazione-->Servizi, selezionare il servizio "Client DNS", cliccare su di esso col tasto destro e scegliere "Arresta". A questo punto è possibile riavviare windows, scoprendo di aver ripristinato il suo classico tempo di avvio.

7 commenti:

euge ha detto...

L'avessi saputo prima... Due mesi fa il maledetto svchost.exe mi ha reso inutilizzabile il pc per giorni!

Sir ha detto...

Ho anche io il probleme del file svchost.exe all'avvio, per circa 6 minuti mi manda la CPU al massimo (100%) rallentando moltissimo il notebook. Poi d'incanto si risolve il tutto. Ho seguito i vostri consigli disattivando il client DSN ma NON HO AVUTO NESSUN RISULTATO.Sono disperato e' due giorni ke faccio testa e muro. Potreste aiutarmi???

Shaula ha detto...

Molto probabilmente dipende da un servizio associato ad un istanza di svchost.exe che si appropria di tutte le risorse. Per individuarlo puoi utilizzare il programma "Process explorer". Informazioni dettagliate le trovi a questo link: http://www2.lineaedppmi.it/articoli.asp?ID=4209. Fammi sapere, ciao!

Anonimo ha detto...

grazie shaula sono Sir, HO RISOLTO!!! il file svchost.exe succhiava tutta la CPU per i primi 6 minuti perche' cercava gli aggiornamenti automatici. Praticamente disattivandoli e' scomparso il problema!!! incredibile ma vero.

Adesso ho un altro problema...ma di minore entita'...non so se qui e' il posto giusto..Praticamente posseggo un notebook Toshiba A45-S120 ,buon notebook, ma da quando ho espanso la memoria RAM a 1Gb scalda tanto, ancora di piu' del solito. Praticamente la ventola parte quasi subito e non si arresta mai (ho fatto la pulizia e ho messo la pasta condutrice). Ho fatto un po di ricerche e ho capito ke per i notebook Toshiba e' fisiologico.
Tuttavia ho provato ad installare Toshiba Power Saver che mi hanno detto ottimo perche' puo' settare le varie configurazioni di lavoro: FUll con processore al max o Normal o long life kon il processore al minimo. Cio mi permetterebbe oltre a risparmire molta energia, anche di non sentire piu' la ventola ke mi sta mandando all'esaurimento.Dunque l'ho installato dopo il riavvio tutto ok funzionava.Quando spengo il PC e lo riavvio di nuovo e tento di avviare il Power Save mi da un messaggio di errore!!!.Qualkuno puo' aiutarmi o suggerirmi qualke software per la gestione dell'energia sui notebook??? ho gia installato Notebook Hardware Controll, che e' ottimo, ma non mi permette di settare le varie configurazioni kome difatti fa il Power saver della Toshiba. Scusate se mi sono dilungato (la sintesi non e' il mio forte) e grazie per ogni vostro graditissimo suggerimento.

Anonimo ha detto...

ragazzi tutto a posto. Sono riuscito ad installare Toshiba Powe Saver management Ho trovato il giusto aggiornamento e' il file pr100sp2tpsx che non da nessun problema, nessun messaggio di errore al riavvio. Una favola.Ora la ventola puo' accendersi solo quando necessario ahhhhhhhhhhh ke sollievo!!!
Ciao bellissimo il vostro forum!!!

Shaula ha detto...

Ciao, sei fortunato ho anch'io un toshiba :-). Il punto è questo: in generale quando un computer invecchia si accumula polvere nel dissipatore, la temperatura media si alza e la ventola in generale è attiva con una frequenza ed una velocità superiori. Ovviamente c'è da fare anche il discorso della frequenza del processore: anch'io utilizzo "power saver" ma ha un grosso bug che non gli permette di regolare la frequenza del processore, in compenso però ha il grosso vantaggio di poter settare la ventola in "modaità silenziosa" che abbassa la velocità della stessa e quindi la rumorosità non influendo però sulle prestazioni di refrigerazione della cpu. Per abbassare la frequenza della cpu lo utilizzo in abbinamento all'ottimo "Rmclock" che trovi qui http://cpu.rightmark.org/download.shtml, che permette di impostare dei profili diversi per la frequenza della cpu a seconda se sia attiva la batteria o l'alimentazione da rete, o ancora secondo le proprie esigenze, compresa un'opzione di variazione dinamica della frequenza della cpu a seconda del relativa carico che deve sostenere di volta in volta. Ti consiglio di provarla, fammi sapere, bye!

Anonimo ha detto...

OK LO vado a scaricare.Io uso speedfan ma solo per le temperature perke' non legge la mia ventola e quindi non ne modifica il numero di giri